In rilievonotizie flash

Ci lascia Adalberto dell’orto, un grande maestro

Il mondo della danza sportiva italiana e internazionale piange la scomparsa di un’icona indimenticabile, il Maestro Adalberto Dell’Orto. Nato nel 1937, Adalberto Dell’Orto ha lasciato un segno indelebile nel panorama della danza, dedicando la sua vita all’elevazione e alla diffusione di questa nobile arte. La sua carriera, iniziata nel 1962, è stata costellata di successi e riconoscimenti, culminati nel 1978 quando, insieme alla sua inseparabile partner Lalla Dell’Orto, ha conquistato il titolo di Campione Italiano Standard Professionisti a Cittadella, Padova.

Adalberto Dell’Orto non è stato solo un ballerino eccezionale; il suo contributo al mondo della danza va ben oltre i trofei e i titoli. È stato un vero pioniere, dedicandosi anche alla gestione e alla promozione di eventi di danza di prestigio. La sua visione e il suo impegno hanno portato alla nascita e allo sviluppo di uno dei festival di danza più prestigiosi d’Italia, che ha avuto le sue edizioni a Marina di Carrara, Riccione e, infine, a Cervia, diventando un appuntamento imperdibile per gli appassionati di danza di tutto il mondo.

Le sue qualità di leader e la sua passione per la danza lo hanno visto ricoprire ruoli di spicco in importanti organizzazioni del settore. È stato Presidente del (CIB) nel 1983 e successivamente anche del Consiglio Italiano Danza Sportiva (CIDS), dimostrando un impegno costante nel promuovere la danza sportiva a tutti i livelli. Per oltre 25 anni, ha servito come Consigliere dell’Associazione Nazionale Maestri di Ballo (ANMB) e per 12 anni ne è stato il Segretario, mettendo le sue competenze e la sua esperienza al servizio della comunità della danza.

La sua eredità è stata riconosciuta attraverso la nomina a Presidente Onorario dell’Italian Dance Council (IDC) e come socio Onorario della World Dance Council (WDC), due tra le più prestigiose organizzazioni internazionali dedicate alla promozione della danza. Questi riconoscimenti sottolineano l’importanza del suo lavoro e il profondo impatto che ha avuto sul mondo della danza.

La scomparsa di Adalberto Dell’Orto segna la fine di un’era, ma il suo spirito, la sua passione e il suo impegno per la danza vivranno per sempre. Il suo lascito continua a ispirare ballerini, insegnanti, coreografi e appassionati di danza in Italia e nel mondo. La sua vita è stata un inno alla bellezza del movimento, alla disciplina e alla creatività che definiscono l’arte della danza. Oggi, mentre ci uniamo nel ricordo del Maestro Adalberto Dell’Orto, celebriamo non solo il suo contributo inestimabile alla danza, ma anche la passione e l’amore che ha sempre dimostrato per questa forma d’arte. La sua eredità continuerà a guidare e ispirare le future generazioni di danzatori, mantenendo vivo il suo spirito nel cuore della danza sportiva.

vedi di più

Articoli Correlati

Lascia il tuo commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio