ballettodanza classicaIn rilievo

Oggi ottantesimo anniversario della nascita di Rudolf Nurayev

 

 

RUDOLF NURAYEV, é stato il più grande ballerino di danza classica di tutti tempi, molto minuzioso nella preparazione e molto tecnico, ma sopratutto ha attuato una una profonda trasformazione nella danza classica, esaltò la figura del ballerino maschio, disse non a caso: “Ho sempre pensato che Pas de deux volesse indicare danza per due”.

Dopo la sua morte nel Gennaio del 1993, il mondo della  Danza Classica  ha un vuoto, difficile da colmare, tutti inevitabilmente si devono paragonare e confrontare con il suo genio.

Nei prossimi mesi sono tantissimi  gli omaggi previsti e a lui dedicati e tanti ve ne sono stati in passato,  questo grande danzatore e coreografo spesso definito un “genio della danza” ispiratore di tante generazioni di  ballerini  ma forse primo fra tutti il grande Roberto Bolle che è un suo grande estimatore e proprio lui sarà protagonista insieme a  Svetlana Zakharova di uno spettacolo a lui dedicato alla Scala di Milano.

Il titolo scelto sarà il Don Chisciotte  al Teatro alla Scala per rendere omaggio a Rudolf Nureyev nell’anno che ne segna appunto l’ottantesimo anniversario dalla nascita e il venticinquesimo dalla scomparsa. Il balletto,  e accolto sempre con grande entusiasmo dal pubblico, sarà in scena dal 10 al 18 luglio.

Ma ad aprire gli eventi celebrativi,  sarà la Serata Nureyev del  25, 26 e 29 maggio (con una recita, il 24, a favore della Fondazione Francesca Rava N.P.H Italia Onlus). Il programma ripercorre i ruoli resi indimenticabili dal ballerino russo e vede la partecipazione delle étoiles scaligere Svetlana Zakharova e Roberto Bolle e dei guest internazionali Marianela Nuñez e Vadim Muntagirov, principal del Royal Ballet.

 

 

 

Tags
vedi di più

Related Articles

Lascia il tuo commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker