InfoDANZA consiglia Ottante Cosmetics
dalle federazioni FidsDanza SportivaFids - Federazione italiana danza sportivaIn rilievo

Permesso di allenarsi per agonisti di interesse nazionale

Italia quasi completamente in zona rossa ma gli agonisti possono continuare ad allenarsi

Il governanti del nostro Paese in seguito all’aggravarsi della situazione epidemiologica hanno ritenuto necessario un inasprimento delle misure di contenimento della diffusione del virus, è stato  approvato un decreto legge del 12 marzo 2021 che detta nuove norme per il periodo dal 15 marzo al 6 aprile.
Ma riteniamo IMPORTANTE riconoscere che nulla è cambiato per l’allenamento degli atleti finalizzati alla partecipazione di manifestazioni  riconosciute dal CONI e dal CIP di preminente interesse nazionale e pubblicati sul sito del CONI.

Nello specifico, per gli agonisti ( classe C-agonismo di base, classe B e U-agonismo e classe A-AS-PD-alto agonismo)che si stanno preparando per eventi di alto livello che sono in possesso:

di regolare certificato di idoneità agonistica in corso di validità  e di tesseramento

possono proseguire l’attività di allenamento anche in coppia, i duo e i gruppi, in quanto  la preparazione tecnica degli atleti non si può limitare a qualche settimana prima dell’evento ma richiede costanza e continuità.

La Federazione (FIDS) ha dichiarato che pur rendendosi conto della situazione difficile del Paese, ha il preciso dovere di tutelare le proprie società  e i propri atleti che stanno pagando un prezzo altissimo in questo periodo così complicato. Ma ovviamente allo stesso modo sono certi che il senso di civiltà dei propri tesserati e dei lavoratori annessi e chiedono un comportamento responsabile nel rispetto delle regole per la tutela della salute.

Il Consiglio Federale, nelle prossime settimane, pubblicherà un aggiornamento  del calendario agonistico in vigore dal 15 aprile che verrà sottoposto all’approvazione del CONI.

Consigliamo comunque a tutti gli atleti di rimanere attenti e informati perché esiste la possibilità che regioni e comuni possano far uscire ordinanze con misure più restrittive  che impediscano spostamenti e la possibilità di allenarsi.

 

 

 

vedi di più

Related Articles

Lascia il tuo commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button